martedì 2 aprile 2019

Crostata "accenno di primavera"

Per una colazione simpatica e colorata, questa crostata calza proprio a pennello, non a caso l'ho chiamata "accenno di primavera" per la presenza di farfalle e fiorellini🌼🌼🌼 segni tipici di questa stagione. Siamo agli inizi del mese di aprile ed il freddo dovrebbe essere ormai solo un brutto ricordo... aime' così si spera! Comunque, una cosa è sicura: gli alberi sono già in piena fioritura e si avverte quindi già l'aria della stagione primaverile! La mia frolla è sempre la stessa, come le marmellate fatte in casa, basta solo un po' di fantasia per rendere un semplice dolce per la colazione un'opera d'arte! 😉
FROLLA: 2 uova, 150 gr di zucchero, 100 gr di burro, 300 gr di farina, 1 cucchiaio di cacao amaro, aromi. Confettura di albicocche, confettini colorati.
Ho preparato come prima cosa la frolla disponendo la farina a fontana (io metà 00 e metà integrale), lo zucchero, il burro morbido e le uova al centro, come aroma ho usato un pizzico di noce moscata e zenzero; ho lavorato con le mani fino ad ottenere un panetto liscio che ho avvolto nella pellicola ed infilato in frigo per mezz'oretta. Ho steso la frolla su un foglio di carta da forno col mattarello, ho adagiato nella leccarda da forno, ho eliminato la pasta in eccesso e guarnito con la confettura di albicocche. Ho diviso in 2 la frolla avanzata, una parte l'ho stesa ed ho ritagliato tante farfalle e fiori, nell'altra invece ho unito il cacao, l'ho lavorata, stesa nuovamente e ritagliato altrettante farfalle e fiori con cui ho guarnito la superficie della crostata, qualche confettino colorato per rendere più realistiche le farfalle (questa è la fase che adoro di più, ognuno può dare adito alle proprie preferenze  e fantasia!), ed ho infine infornato a 180° per 30 minuti circa, ho sfornato e lasciato raffreddare prima di trasferire su un vassoio.
Giusi🌺

Grazie per aver letto la mia ricetta, vi aspetto nella mia pagina Facebook PANNA amore e fantasia e su Instagram Panna amore e fantasia! ðŸ˜Š

Nessun commento:

Posta un commento