sabato 2 giugno 2012

Torta con gelatina al limone


Mhh... che preparare come dessert fresco per domani, a conclusione di un barbecue a casa tra amici?! Fresco, perché è mio fratello a farmi tale richiesta, dicendo di preferire un dolce da tenere in frigo, che disseta, rinfresca e conclude il pasto agevolando la digestione, e considerando che il menù concordato elenca un tris di carni..bè capita a fagiolo una torta al limone come prefazione di un'estate che in realtà tarda ad arrivare..
Dolce che tra l'altro avevo già preparato tempo fa, ma non avevo ancora il blog...
INGREDIENTI: (per l'impasto) 350 gr di farina; 150 gr di burro; 150 gr di zucchero; 2 uova; 1 limone grattugiato; 1 bustina di lievito. (Per la gelatina) 1 uovo; 200 gr di zucchero; 1/2 litro di acqua; 60 gr di fecola; 1 limone grattugiato; il succo di 2 limoni.
 Io inizierei a preparare la gelatina per la farcitura, considerando che dovrà intiepidire :), quindi in un pentolino sul fuoco sbattiamo lo zucchero con l'uovo, uniamo il limone grattugiato e il succo di 2 limoni ( fate particolare attenzione ai semi, non sarà gradevole ritrovarsene nella crema), poi la fecola e l'acqua, amalgamiamo il tutto con un cucchiaio di legno fino al raggiungimento dell'ebollizione, dopodichè togliamo dal fuoco e lasciamo raffreddare.
 Passiamo alla preparazione della torta: in una ciotola mescoliamo il burro fuso con lo zucchero, fin quando quest'ultimo si sarà sciolto completamente, aggiungiamo le uova sbattute ed il limone grattato, setacciamo poi la farina ed il lievito, ricaviamo dunque un panetto liscio ed omogeneo e foderiamo una teglia con carta da forno, prendiamo metà dell'impasto e lo sistemiamo sul fondo della teglia accuratamente (perchè data l'elevata elasticità rischiamo di bucherellarlo), cerchiamo di sistemare la pasta anche sui bordi della teglia,
non ci resta che versare la gelatina per intero, che avevamo messo da parte, disponendola per bene anche lungo le pareti del dolce, e l'altra metà del composto?! capirete da voi che servirà per la copertura, voglio però suggerirvi di seguire le mie indicazioni...munitevi di un foglio di carta da forno, sistemate con i polpastrelli la restante parte dell'impasto (a me, dato che il burro cominciava a sciogliersi, risultava appiccicoso e ho trovato utile procedere alla stesura con il palmo della mano) ottenuto un cerchio dell'ampiezza della teglia rovesciamo il disco completo del foglio e comprimiamo sulla base, liberiamolo poi della carta (come si può vedere dalle foto sottostanti) e possiamo finalmente infilare in forno caldo a 180° per 40 minuti.








Decorso il tempo necessario per la cottura, ho lasciato raffreddare tutta la notte, la mattina successiva, ho decorato il dolce con spicchi di limone e fettine arrotolate con degli stuzzicadenti, completando gli spicchi con della marmellata di limoni, che ricordavo bene, mia mamma aveva preparato qualche settimana fa, munita ovviamente di una siringa per dolci, da cui nell'ultimo periodo non mi separo mai; una spolverata di zucchero al velo al gusto di limone è il tocco finale per completare questa grigliata del 2 giugno tra amici in una giornata a tratti soleggiata.
Ah...accompagnata con della crema al limoncello e il top!

Grazie per aver letto la mia ricetta, vi aspetto nella mia pagina Facebook PANNA, amore e fantasia:)

2 commenti:

  1. che bonta un assaggino lo farei ciao

    RispondiElimina
  2. grazie cara Elena! :) complimenti per il tuo blog!

    RispondiElimina